BANDI EUROPEI per libere professioni: avvocato

bandi-europei-per-libere-professioni

BANDI EUROPEI  per le libere professioni

Bandi europei: non è semplice districarsi. Da relativamente poco – legge di stabilità 2016, che ha recepito la raccomandazione 2003/361/CE e il Regolamento UE 1303/2013- i liberi professionisti posso accedere ai fondi europei (come le micro e piccole imprese). I bandi, della programmazione, dei fondi strutturali europei 2014/2020, sono quelli destinati alla programmazione e sviluppo. 

REQUISITI

La delibera richiede che per poter accedervi vengano rispettati i seguenti requisiti:
1) il beneficiario  abbia le capacità  amministrative, finanziarie e operative. Cosa si deve intendere? che sia un libero professionista iscritto a un’ordine, in regola con le contribuzioni previdenziali e assistenziali e operativo sul territorio;
2) il beneficiario non può essere “un’impresa in difficoltà”. Questo perché i fondi di cui trattasi non sono erogati per quello scopo, ma destinati alla programmazione e allo sviluppo.
Ogni regione provvede all’erogazione dei badi sulla base di delibere interne.

DI COSA SI TRATTA?

Per lo più sono Voucher;  ogni Regione pubblicizza le delibere con le quale attribuisce i fondi. È importante visitare i siti delle singole regioni.
Ad esempio la Regione Toscana attualmente (27 marzo 2018) ha il seguente pacchetto incentivi giovani e libere professioni sostenute dal Fondo regionale di garanzia per le professioni : norme a sostegno dell’innovazione delle professioni intellettuali.
Non sono incentivi dedicati solo ai giovani o alle start-up ma anche ai professionisti over 40, compresi gli avvocati leggi .
Finalità del bando : “Il bando punta a sostenere interventi individuali di formazione continua, in modalità voucher, al fine di aumentare le competenze e sostenere la competitività professionale dei lavoratori che svolgono un’attività economica, a favore di terzi, volta alla prestazione di servizi mediante lavoro intellettuale”

COME SI ACCEDE

Si deve impiegare un po’ di tempo all’interno del sito della  Regione di appartenenza e verificare i bandi europei  in corso. Sono tutti cofinanziati, per cui si può cercare voci tipo: fondi europei professionisti; o libere professioni.
Troverete  i PROGRAMMI  OPERATIVI REGIONALI (POR ) del fondo sociale europeo 2014/2020 e le prese d’atto della Regione di apparenza , tutte  effettuate con DELIBERA.  Significa che la Regione, sulla base dei programmi europei, ha recepito il suo  progetto e messo a disposizione, con uno o più delibere i fondi. Ad esempio bandi per i giovanissimi, o per gli over 40 eccc.

FINANZIAMENTI ATTUALI

I finanziamenti attuali per i professionisti sono finalizzati. alla formazione continua,  ma ad alto livello. Nel senso che viene finanziato ad es. un Master universitario e un Corso annuale che abbia una spesa non inferiore a 200,00 (quello attuale) euro e fino a un massimo di 4000,00. Se Ad esempio ci piacerebbe frequentare un corso extra soglia,  si può farne richiesta motivata. Non si può chiedere di accedere a un bando europeo per un convegno!

COMPILARE IL MODULO DI ACCESSO al Voucher

Scelto i nostro obiettivo si deve, con grane calma, compilare la domanda  on line. Qui vanno inseriti un’infinità di dati (anagrafici, l’iscrizione ordine, corso di laurea, titoli ecc) Poi ci sono i requisiti di onorabilità: esenti da sanzioni dell’Ordine,  condanne penali ecc. Inoltre, bisogna indicare il corso che si vuole seguire e nello specifico deve essere un corso riconosciuto dalla Regione (quelli universitari lo sono tutti) ancora, i denari erogati devono essere  spesi all’interno della Regione. Le domande possono essere presentate durante l’anno, sono indicate varie scadenze, ma i fondi sono limitati; per cui non è detto che a Giugno ci siano ancora finanziamenti disponibili.

In bocca al lupo!

 

Scrivi un commento

Your email address will not be published.

WhatsApp chat