CASA PROTETTA

Casa protetta a fronte dei numerosi furti in abitazione, il Comune mette a disposizione dei contributi che possono arrivare fino a 1500,00 di spesa, possono accedere solo coloro che hanno un reddito non superiore a i 48.000,00 secondo l’ISEE

DOMANDA

La domanda di partecipazione all’avviso pubblico per la concessione del contributo deve essere presentata esclusivamente mediante l’apposito applicativo on-line messo a disposizione dei cittadini dal   Comune di Firenze; lo so dovrà fare tramite le  credenziali del Sistema Pubblico di Identità Digitale (SPID). Come ogni domanda ormai vedi

CHI PUÒ CONCORRERE ALL’ASSEGNAZIONE?

I cittadini residenti nel comune di Firenze che siano:
–  proprietari,  locatari (che possono affittare un’abitazione) , comodatari (con contratto di comodato), usufruttuari o diritto di abitazione (titolari di un diritto reale), con autorizzazione scritta del proprietario ( quindi anche gli affittuari) , di un bene immobile ( quindi casa o fondo) , ubicato nel Comune di Firenze;
b) dichiarazione ISEE fino a un massimo di Euro 48.000;
c) nucleo familiare residente con  almeno un figlio che, alla data del 31.12.2019, ha non più di 10 anni; oppure con un anziano che abbia compiuto almeno 70 anni entro il 31.12.2019 o un diversamente abile con invalidità accertata non inferiore del 75% . Oppure persone sole.

COSA SI PUÒ  REALIZZARE?

Ecco l’elenco per la “casa sicura” :
–  cancellate o recinzioni murarie degli edifici;
– grate sulle finestre o loro sostituzione;
–  porte blindate o rinforzate;
–  serrature, lucchetti, catenacci, spioncini;
–  rilevatori di apertura e di effrazione sui serramenti;
–  saracinesche;
–  tapparelle metalliche con bloccaggi;
–  vetri antisfondamento;
– casseforti a muro;
– fotocamere o cineprese collegate con centri di vigilanza privati;
– apparecchi rilevatori di prevenzione antifurto e relative centraline.

COME SI DEVE PAGARE PER AVERE IL RIMBORSO?

Con il consueto bonifico, bancario o postale, (c.d. “bonifico parlante”) da cui risulti:
a) la causale del versamento;
b) il codice fiscale del  pagante che è colui che chiede la contribuzione;
c) il codice fiscale o  IVA del beneficiario: la ditta che ha realizzato l’intervento.

QUANDO FARE GLI INTERVENTI per la casa sicura?

Le opere indicate nel paragrafo precedente devo interessare gli  immobili, o porzioni di essi, adibiti a residenza del richiedente.
Il contributo viene erogato per attività compiute tra il 4 marzo  e il 30 giugno 2019.

STANZIAMENTO per il 50%

Lo stanziamento è solo per € 200.000. Il contributo coprirà il  50% delle spese ammissibili, comprensive di IVA,  fino a un massimo di € 1.500,00. Per cui se hai fatto opere entro le 3000,00 complessive potrai avere il 50% se superi il budget sempre 1500,00 avrai!
IL pagamento da parte del Comune avverrà con  bonifico sul conto corrente indicato dal cittadino.

DOCUMENTI DA ALLEGARE

a) la  fattura o ricevuta fiscale “parlante” per comprendere cosa hai realizzato
b) bonifico effettuato;
c)  fotografia dell’opera realizzata prima e dopo.

GRAZIE DI AVER LETTO L’ARTICOLO

Abbiamo realizzato questo scritto per i cittadini fiorentini!  Lo studio opera a Firenze dal 1994 se vuoi leggere di noi: vedi
Lo studio è a tua disposizione per fornire ogni consulenza in materia di tutela dei tuoi diritti.
Chiama adesso per risolvere il TUO problema insieme a noi  055353399 o via chat 3939182114

 

 

WhatsApp chat