PAS – Parental Alienation Syndrome

Prima di tutto le PAS NON ESISTE!
Il deriva dall’inglese Parental Alienation Syndrome cioè “Sindrome da alienazione parentale”. E’ molto importante essere informate sull’argomento perché purtroppo ancora nei tribunali  è  argomento di discussione  durante le cause relative all’affidamento dei figli. Si tratta di situazione in cui viene riconosciuta la PAS per giustificare l’allontanamento dei figli alle madri vittime di maltrattamenti e di violenza da parte del compagno/padre.  La sindrome NON HA BASI SCIENTIFICHE  e non deve/può motivare l’affido esclusivo dei figli.

L’INVENZIONE PAS

La PAS è introdotta per la prima volta, negli anni Ottanta, dallo psichiatra americano Richard Gardner.
Secondo lo “psichiatra” quando due genitori si separano in modo conflittuale uno dei due genitori (genitore alienante) può “programmare” i figli ad odiare e rifiutare l’altro genitore (genitore alienato). In sostanza, può accadere che durante una separazione il figlio si rifiuti di vedere il padre a causa dei maltrattamenti e della violenza (si tratta di abusi)  in cui è costretto a vivere giornalmente, anche se gli episodi sono prevalentemente rivoti alla madre
I Tribunali che decidono riconoscendo la PAS rappresentano un serio pericolo per i minori abusati e per il coniuge maltrattato.
Questa teoria risulta ancora più vergognosa se si legge ciò che Gardner scriveva riguardo i bambini, la pedofilia e le donne .

Perché la PAS non esiste?

Nel DSM 5, cioè il Manuale diagnostico e statistico dei disturbi mentali, quello di riferimento per tutti i medici e i terapeuti  la sindrome (PAS) non è  nominata! Per cui non è scientificamente  riconosciuta.
Purtroppo non è la prima volta che teorie strampalate vengono adottate con il sostegno di assistenti sociali, consulenti tecnici, avvocati e infine dei Giudici che su di essi basano le decisioni.
L’opinione pubblica si è fortemente mobilitata contro decisioni vissute come inique. Sono sorte Associazioni a difesa delle donne maltrattate e dei diritti dei fanciulli. Le categorie professionali: avvocati, psicologi e psichiatri hanno preso ferma posizione contro questo ingiusto modo di “risoluzione delle controversie”.

Violenza istituzionale

Strappare un figlio dalla propria madre, dai propri affetti e dalla casa familiare è una vera e propria violenza istituzionale. Significa infrangere tutte le regole a protezione dell’infanzia e quelle a tutela delle donne maltrattate

Finalmente si cambia registro

Il 3 gennaio 2020 la Corte d’Appello per i minorenni di Roma ha emanato un ordinanza , si riporta uno stralcio  ,  che segna il passo del cambiamento. Il provvedimento in sintesi riconosce il trauma che l’allontanamento (disposto dal Tribunaleavrebbe causato al minore e decide per il ricongiungimento del figlio con la madre. Secondo la Corte d’Appello  il diritto del figlio di essere ascoltato e il rispetto delle sue volontà che sono il riflesso delle sue emozioni devono precedere qualunque accertamento. La Corte rimette al centro il minore e il suo benessere ribadendo che tutto deve tendere a questo. Strapazza il Tribunale per la leggerezza con la quale aveva ordinato l’affido al padre: “appare velleitaro ritenere che sia possibile ricostruire un legame parentale, recidendo l’altro”.

Brescia dopo la Cassazione Sent 1.4 – 16.5.2019 n.13274

La Corte di Appello di Brescia  segue una pronuncia del Supremo Collegio che già si era espressa dicendo che :” qualora la consulenza tecnica presenti devianze dalla scienza medica ufficiale come avviene nell’ipotesi in cui sia formulata la diagnosi di sussistenza della PAS, non essendovi certezze nell’ambito scientifico al riguardo il Giudice del merito, ricorrendo alle proprie cognizioni scientifiche (Cass. n. 11440/1997) oppure avvalendosi di idonei esperti, è comunque tenuto a verificarne il fondamento (Cass. 1652/2012; Cass. 17324/2005). In breve ci dice che l’affido esclusivo non può fondarsi solo sulla diagnosi della PAS”  .  La PAS  inizia ed essere riconosciuta per ciò che è: un’invenzione NON riconosciuta dalla scienza medica ufficiale

GRAZIE DI AVER LETTO L’ARTICOLO

Abbiamo realizzato questo scritto in occasione della pronuncia della Corte di Appello essendo da sempre contrari al riconoscimento della PAS.
Lo Studio Legale Bearzotti è a tua disposizione per fornire ogni consulenza in materia di tutela dei tuoi diritti
Può interessarti anche:
Affidamento condiviso del minore
L’Affidamento congiunto tra genitori non sposati
MINORI affidati ai Servizi Sociali, che fare?
DIRITTO DI VISITA TRA ACCORDI E IMPOSIZIONI DEI GIUDICI
Assistente Sociale e minori tolti ai genitori
DIRITTI dei BAMBINI vengono prima della separazione e del divorzio
Chiama adesso per prendere contatti e, se ti saremmo piaciuti, staremo al Tuo fianco per risolvere insieme il Tuo problema   055353399 o via chat 3939182114

WhatsApp chat