sessualità: cambiare sesso come faccio, mi serve un avvocato?

sessualità: cambiare sesso come faccio, mi serve un avvocato?

Sessualità passa anche dal poter cambiare sesso

Sessualità è un concetto che implica di trovarsi a proprio agio con il nostro sentire interiore. Se nasco donna ma mi sento uomo, o viceversa, ho la possibilità di manifestare il mio vero essere.  Farlo prevede tutta una serie di passaggi non facili:
– rivolgersi a un avvocato che predispone il ricorso al Giudice per essere autorizzati alla ri-attribuzione chirurgica di sesso.
– effettuato l’intervento, di ri-attribuzione chirurgica, ritornare nuovamente al Tribunale  per ottenere l’autorizzazione alla rettifica anagrafica.

  • Ricorso al giudice per ragioni di sessualità

L’articolo 31 del  DECRETO LEGISLATIVO 1 settembre 2011, n. 150 stabilisce che il Tribunale del luogo di residenza,  autorizza l’adeguamento dei caratteri sessuali,  mediante trattamento medico-chirurgico, con sentenza passata in giudicato”.  Significa che  per cambiare sesso devi sottoporti ad un’intervento chirurgico che comporta l’asportazione dell’apparato riproduttivo. In Italia è vietato togliere questi organi  (a meno che non ci sia una malattia grave che lo richieda). Essendo  quindi un trattamento che “lede l’integrità della persona” può e deve essere autorizzato solo dal Tribunale. Pertanto devi  rivolgerti a un legale che introduca un giudizio ai sensi della Legge 14 aprile 1982, n. 164 vedi
Il Tribunale valuterà  le condizioni “pisico-sessuali”. Significa che un perito sarà chiamato a valutare le ragioni di  natura psicologica che ti inducono a cambiare sessualità. Ciò secondo gli Standard dell’Osservatorio Nazionale sull’Identità di Genere  che prevedono l’accertamento del “bisogno di una diversa sessualità”.

CAMBIO ANAGRAFICO DELLA SESSUALITÀ

Dopo la cosiddetta ri-attribuzione chirurgica di sesso (RCS), quindi l’asportazione degli organi riproduttivi (vedi paragrafo che precede) ancora non è finita.
Dovrai nuovamente rivolgerti al Tribunale di residenza, sempre per mezzo di un legale. Il Tribunale accerta l’avvenuto intervento e autorizza la rettifica di attribuzione di sesso. Cioè ti autorizza a far annotare, presso l’ufficio dello stato civile che  ha registrato la  tua nascita,  il nuovo nome e il nuovo sesso. Da quel momento la nuova sessualità comparirà in tutte le certificazioni e documenti che richiederai.

MATRIMONIO in caso di cambio di sesso

La questione è complessa e merita un approfondimento a parte. Qui si può anticipare che la legge sulle unioni civili  LEGGE 20 maggio 2016, n. 76 Regolamentazione delle unioni civili tra persone dello stesso sesso e disciplina delle convivenze  stabilisce che “alla rettificazione anagrafica di sesso, ove i coniugi abbiano manifestato la volontà di non sciogliere il matrimonio o di non cessarne gli effetti civili, consegue l’automatica instaurazione dell’unione civile tra persone dello stesso” sesso.

GRAZIE DI AVER LETTO L’ARTICOLO

Abbiamo realizzato questo scritto per fornire informazioni in caso di volontà di cambiare la propria sessualità
Lo studio è a tua disposizione per fornire ogni consulenza in materia di tutela dei diritti. della persona
Chiama adesso per risolvere il TUO problema 055.353399 o chatta con noi!

Scrivi un commento

La tua mail non sarà pubblicata.

WhatsApp chat