SINISTRO STRADALE cade l’obbligo di negoziazione assistita

SINISTRO STRADALE non più obbligatoria la negoziazione assistita SINISTRO STRADALE non più obbligatoria la negoziazione assistita

SINISTRO STRADALE e negoziazione assistita obbligatoria

Il decreto legge 132/2014 art 3 comma1 prevede che chi vuole iniziare una causa per richiedere il risarcimento dei danni da sinistro stradale  (rectius circolazione dei veicoli) deve, per il mezzo del proprio avvocato invitare la controparte a stipulare un accordo di negoziazione assistita. La norma prevede che, in caso di inottemperanza, l’azione sia improcedibile. Equivale a dire che se prima non mi attivo con la negoziazione la mia causa, se istaurata, si bloccherà, a domanda della controparte o anche d’ufficio del giudice.

CORTE DI GIUSTIZIA EUROPEA n.457/2017

La Corte è intervenuta sulla obbligatorietà della negoziazione assistita, di cui sopra, con la sentenza n. 457 del 14.6.2017  rilevando che, il tentativo di conciliazione obbligatoria è compatibile con il principio comunitario della tutela giurisdizionale.  In parole più semplici ha detto che, tentare di risolvere una lite con un incontro preventivo e obbligatorio, non è in contrastato con il diritto di chiedere giustizia.
Precisa però la Corte che uno dei requisiti fondamentali è l’economicità della procedura che deve essere gratuita o “tale da non generare costi ingenti”. In altre parole, va bene fare un tentativo obbligatorio,  ma questo tentativo non deve essere dispendioso, meglio se è gratuito. Infatti, se l’incontro obbligatorio ha un costo significativo,  in pochi potranno permetterselo! Ciò equivale a menomare il diritto di chiedere giustizia.

ESCLUSA LA PREGIUDIZIALITA’ del tentativo di negoziazione assistita

La Corte  con la sentenza n. 457/2017, ha stabilito, che in caso di sinistri stradali, il tentativo di risoluzione stragiudiziale non può essere imposto al danneggiato se non gratuitamente o quasi.
Quindi, il diritto di chiedere giustizia, non può essere subordinato all’espletamento di una negoziazione assistita, che, richiedendo la presenza obbligatoria dell’avvocato, ha costi non contenuti.
In conclusione se, a seguito di un sinistro stradale, decidiamo di fare causa non dovremmo più “obbligatoriamente” passare dalla negoziazione assistita; ciò fino a che non verrà trovato un correttivo dal legislatore.

Contattateci se avete dei dubbi, trattiamo il risarcimento del danno da  sinistro stradale.

 

Scrivi un commento

Your email address will not be published.

WhatsApp chat